Home / Aree terapeutiche / Ematologia / Carenza di ferro nei bambini

Carenza di ferro nei bambini

1. Che cos’è

La carenza di ferro in età pediatrica si manifesta quando l'apporto quotidiano di tale elemento - fondamentale per la corretta circolazione del sangue nel nostro corpo - non raggiunge i livelli consigliati (cfr tabella 1). Questo deficit può ripercuotersi sullo sviluppo del bambino e causare l'insorgenza dell'anemia. 

Tab 1: i livellli di apporto di ferro consigliati per le diverse fasce d'età pediatrica (fonte: Mayo Clinic, 2011)

Età

Ferro al giorno

Da 7 a 12 mesi

11 milligrammi

Da 1 a 3 anni

7 milligrammi

Da 4 a 8 anni

10 milligrammi

Da 9 a 13 anni

8 milligrammi

Da 14 a 18 anni, ragazze

15 milligrammi

Da 14 a 18 anni, ragazzi

11 milligrammi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2. Sintomi

I principali sintomi di questo disturbo includono un senso generale di spossatezza, che coinvolge anche l'approccio all'alimentazione (poco appetito o appetito verso sostanze che non sono cibo, come terra, ghiaccio, fecola) e la sfera comportamentale (irritabilità), una maggiore vulnerabilità alle infezioni e un alterato battito cardiaco. 

3.Stile di vita consigliato

Prevenzione

Esistono alcuni comportamenti che è utile evitare affinché il ferro venga correttamente assorbito in giovane età:

- bere latte di mucca prima del compimento del primo anno

- bere latte di formula non fortificato con ferro

- mangiare poca carne

Inoltre un fattore di rischio per lo sviluppo di questa patologia, da considerare quando si pianifica un regime alimentare in età pediatrica, è il fatto di essere nato prematuro.